Benvenuti nel mio salotto virtuale, un luogo dove posso condividere le mie passioni con chi passa da qui. Si parla di piccole chicche quotidiane, di curiosità lontane e vicine, di storie locali e non solo. Mettetevi comodi e partiamo per un lungo viaggio.

sabato 24 aprile 2021

Corpo felice

Una madre parla intensamente col figlio mai nato. In poche pagine, seguiamo delle conversazioni, rivelate in modo familiare e confidenziale, tra una madre e un figlio morto nel grembo materno. Tra i due si sviluppa ogni genere di argomento, si approfondisce ciò che si legge, si discute di tutto estrapolando ogni particolare visto o vissuto, soprattutto si esprimono pareri sulla società moderna e passata. La madre ascolta il figlio e viceversa, ed entrambi mettono a nudo se stessi con tutti i loro segreti e le loro limitazioni. Gli argomenti oggetto delle loro conversazioni sono di diversa natura, in prima fila c’è il rapporto tra un figlio e il proprio genitore, le problematicità della vita, le diversità, e anche i pregi e i difetti, fino a coinvolgere gli altri elementi della famiglia, come i nonni. 

Ogni argomento trattato è utile a noi lettori che ascoltiamo le loro confidenze, perché assieme a loro due scopriamo le complessità del nostro mondo paragonandolo con il tempo passato, ponendo l’accento sulle ingiustizie e sulle lotte per capirle e sconfiggerle. E nelle loro conversioni emoziona sentire un bimbo esprimere concetti complessi e delicati, sempre con la madre al suo fianco che lo guida e lo ascolta.

Nelle loro conversazioni, in prima battuta, nero su bianco, ci sono i perché della disparità di genere, del perché ancora oggi le donne sono calpestate, coperte da soprusi e modi di dire offensivi e denigratori. Si additano con nomi e cognomi gli uomini di potere che hanno espresso concetti per allontanare le donne dal mondo del lavoro confinandole nelle case. Alcuni discorsi sono utili per riappiopparsi della memoria storica, capire come e per quale motivo uomini di scienza e filosofi hanno e continuano a calpestare le donne, trascrivendo il loro pensiero in romanzi e saggi, influenzando così dalla porta principale intere società; annotazioni da trascrivere nella nostra mente per capire tanti perché sull'inesistenza della parità di genere.

Un altro tassello oggetto delle loro conversazioni ci riporta indietro ai tempi del liceo, e in questo momento la madre spiega al figlio il valore dell’amicizia, del distacco, l'emozione di rincontrare in età adulta l’amica del cuore e toccare con mano ciò che ha destinato alle donne consuetudini misogine o tipiche della vita.

È stato emozionante ascoltare le loro conversazioni, il loro modo di ragionare e di pensare, è stato utile ricordare alcuni aspetti della società attuale con tutti i loro colori. È stato utile conoscere la lista dei libri da leggere per conoscere meglio la società e per analizzare la realtà del pensiero umano.

Leggere il libro è stato un viaggio alla scoperta di forti emozioni vissute da una madre che “non ha avuto il tempo di esserlo” a causa di un aborto spontaneo. 

La lettura è stata un viaggio per conoscere un figlio che non è mai nato, e con le fantasie della propria madre lo vediamo crescere fisicamente e intellettualmente, e con entrambi scopriamo le difficoltà e il saper accettare un aborto spontaneo, una cicatrice indelebile.

In buona parte del libro si spiega a un bimbo argomenti delicati, come il diritto alla libertà, il dovere di difendere i diritti acquisiti, riconoscere le tradizioni genuine da valori errate, e come nei secoli si manovra la mente delle donne per invogliarle o obbligarle a compiere scelte non in autonomia.

La scrittrice Dacia Maraini con il suo romanzo, immaginando una conversazione con un figlio mai nato, racconta cosa significa essere donna nel mondo antico e nell’era moderna, le sue parole non sono mai volgari, mai una parola fuori posto, e la storia del femminismo viene al pettine assieme ai ricordi vissuti oppure letti nei saggi.

Da consigliare a tutti i lettori.

 


 

Scheda del libro:

Titolo: Corpo felice

Sottotitolo: Storia di donne, rivoluzioni e un figlio che se ne va

Scrittrice: Dacia Maraini

Casa editrice: Rizzoli

Genere: romanzo

Anno: 2018

Pagine: 237

Prezzo di copertina: € 18.00


8 commenti:

  1. Ho letto Dacia. E' bravissima.
    Buona domenica Innassia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni suo libro apre la mente di chi legge. Da consigliare a tutti i lettori. Buon 25 Aprile.

      Elimina
  2. Non ho letto questo libro, ma conosco Dacia. Deve essere un libro davvero interessante. Per gli argomenti trattati bisogna leggerlo assolutamente. Grazie di averlo condiviso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scrittura è sublime come i recedenti lavori di Dacia Maraini. Buon proseguimento di giornata.

      Elimina
  3. Non ho letto questo libro, che deve essere davvero intenso, ma l'autrice mi piace molto. I suoi testi sono sempre di spessore. Grazie Innassia.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, concordo con te. Quando finiamo il libro e lo poniamo nello scaffale, lascia sempre una traccia e la forza di esplorare il contenuto. Gli argomenti trattati mai banali e sempre ben documentati. Ciao @Sinforosa

      Elimina
  4. Sembra molto interessante, grazie del consiglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao @Alberto. A me è piaciuto. Rispetto alle altre opere di Dacia Maraini è meno impegnativo e si legge in un baleno.

      Elimina