Benvenuti nel mio salotto virtuale, un luogo dove posso condividere le mie passioni con chi passa da qui. Si parla di piccole chicche quotidiane, di curiosità lontane e vicine, di storie locali e non solo. Mettetevi comodi e partiamo per un lungo viaggio.

sabato 2 febbraio 2019

Bright Star

Mia diletta signora, mi trovo adesso innanzi a un’amena finestra di questo cottage donde si scorge una campagna collinosa e si intravede il mare. La mattina è assai bella. Non so quanto sarebbe agile il mio spirito quale piacere potrei trarre dalla dimora qui se il vostro ricordo tanto non gravasse su di me. Domandatevi amore mio se non siate stata molto crudele ad avermi avvinto così, così distrutto dalla mia libertà. Quanto a me, non so come esprimere la mia devozione per una creatura di tanta bellezza. Vorrei una parola più fulgida che fulgore, più bella che bello. Vorrei che noi fossimo farfalle e vivessimo tre giorni d’estate. Tre simili giorni con voi li calmerei di tale delizia che 50 anni comuni non potrebbero mai racchiudere. Confesserete questo in una lettera? Dovete scrivermi immediatamente e dite in essa tutto quello che potete per consolarmi, fatela densa come una pozione di papaveri per inebriarmi, scrivete le parole più dolci e baciatele che io possa almeno posare le mie labbra dove furono le vostre

 
Fanny Brawne non ha paura di esternare i suoi pensieri, ha un carattere forte e indipendente. La sua specialità è un’eccezionale e innata passione per il ricamo e il cucito, di conseguenza tutti la considerano una ragazza originale perché indossa abiti disegnati e cuciti su misura con le sue mani, e per questo particolare si scontra con raffinati battibecchi col suo vicino di casa, Charles Brown. Il diverso stile di vita di Fanny è spesso oggetto di critica, soprattutto da parte di Charles, e quando conosce John Keats, un poeta in erba e senza un soldo, le disuguaglianze saranno parte di opposizioni tra la società e il suo modo di essere “ una donna libera”.
In un primo momento gli scontri tra John e Fanny appaiono irrecuperabili, e piano piano, tra un’incomprensione e uno scambio di battute verbali e intensi sguardi, iniziano a percepire sentimenti sotto una luce diversa. Fanny non è una donna istruita perché ama le feste e i balli, e snobba i poeti, e se esterna il suo pensiero non si preoccupa se mette in risalto la sua dote confrontandola con l’arte poetica, e il giorno in cui prende la decisione di studiare le poesie scegliendo come maestro John Keats, non disdegnano a considerarlo come un puntiglio.
Fanny inizia a leggere le poesie del suo maestro, e come d’incanto la sua mente viaggia verso un mondo che non le appartiene, e dopo la prima lezione studia tutte le  poesie pubblicate da Keats. In brevissimo tempo diventa una studentessa preparata, e a ogni incontro, con decisione e fermezza, tra una discussione e vari litigi, evidenzia le sue riflessioni sui contenuti delle poesie.
Tra una serata e l’altra e un tira e molla, Fanny e il poeta iniziano una relazione segreta che si tramuta in un’ossessione morbosa, e quando la Voce si diffonde genera malumore per la differenza di rango: lui un misero poeta senza risorse e lei una donna benestante.
I sentimenti e la passione sono d’ostacolo anche per la madre di Fanny e neanche la partenza a Londra di Keats spezzerà il rapporto, anzi con lo scambio di lettere si rafforza.
La relazione tumultuosa con alti e bassi non aveva previsto che John Keats aveva un fisico fragile, infatti dopo un temporale la salute del giovane poeta si presenta come un caso disperato, e il breve soggiorno in Italia per recuperare le forze non sarà di aiuto.
L’amore non si spezzerà con la scomparsa di Keats, e Fanny porterà per il resto della vita il ricordo di un uomo che diventerà uno dei poeti romantici più famosi al mondo.
 
 

 
Bright Star è il titolo di un sonetto del poeta inglese John Keats, e la regista Jane Campion lo scelse nel 2009 per intitolare il suo film dedicato al poeta e alla sua vicina di casa con cui ebbe una relazione sentimentale burrascosa, Fanny. Il film è incentrato sugli ultimi anni di vita del poeta morto giovanissimo di tubercolosi, è ha come sottofondo le poesie dell’artista che sono un tutt’uno con la sceneggiatura. In altre parole con la sceneggiatura si è fuso il classico copione con le poesie dell’artista, e ciascun attore ha recitato la sua parte incrementandola con i versi originali di Keats raccontandole, ripetendole, analizzandole nei discorsi, o studiandole come fece Fanny.
Bravissima l'attrice Abbie Cornish che ha indossato i panni di Fanny Brawne; memorabile la delicatezza del suo sguardo e dei movimenti mentre cuce, ricama, o come indossa gli abiti; con naturalezza è riuscita a interpretare la parte come se fosse una vera stilista o una ricamatrice e  una sarta; delicata la recitazione e il suo modo di esprimersi con la Voce e con il corpo; la recitazione è veritiera nel momento in cui ha interpretato Fanny come una donna dal pensiero libero, che non si fa intimidire  dal vicino con battutacce sul fatto di essere una donna, e quindi inferiore a lui.
L'attore che ha interpretato il poeta John Keats non lo conoscevo ed è stata una rivelazione.
Bright Star è un bellissimo film poetico da vedere per la delicatezza delle Voci espresse da ciascun attore, reso ancora più armonioso da una sublime colonna sonora. Nel complesso consiglio la visione a tutti, anche a coloro, che come me, non apprezzano le poesie.
 
 

 
Frasi tratte dal film:
 
Io penso lo stesso delle vostre poesie, signor Brown, non so cosa significhino … sbuffi di fumo che si dissolvono lasciando nient’altro che irritazione (…) Il mio cucire ha più merito e ammiratori degli scarabocchi di entrambi, e io posso ricavarne denaro” (Fanny Brawne)
 
L’arte della poesia è una carcassa, un’impostura. Se la poesia non nasce naturalmente come le foglie su un albero, allora è meglio che non nasca affatto” (John Keats) 

"Ho fatto un tale sogno stanotte. Fluttuavo sopra gli alberi con le mie labbra unite a una bellissima figura per quella che mi è parsa un'eternità cime fiorite di albi erano spuntate sotto di noi e ci riposavamo sopra di loro con la leggerezza di una nuvola" (John Keats)
 
"Mio caro signor Keats, grazie per la Vostra lettera. Di recente mi sono sentita così irritabile e malata che sono rimasta 5 giorni a letto. Dopo la vostra lettera sono di nuovo in piedi e passeggio lungo i sentieri di campagna" (Lettera di Fanny)

"Ho due voluttà su cui meditare durante le mie passeggiate: la vostra grazia e l'ora della mia morte. Oh, potessi aver possesso di entrambe nello stesso momento. Mai non seppi prima cosa fosse un amore simile a quello che voi mi fate provare, non credevo in esso. Ma se voi mi amerete pienamente se pure potrà esserci un fuoco, non sarà mai più grande di quanto possiamo sopportare, una volta ristorati e imperlati di piacere" (Lettera di John Keats)
 

"Fulgida stella, come tu lo sei, fermo foss'io, non in solingo splendore alto sospeso nella notte, con rimosse le palpebre in eterno a sorvegliare come paziente, e insonne Romito di natura le mobili acque in loro puro ufficio sacerdotale di lavacro intorno ai lidi umani della terra, oppure guardare la molle maschera di neve, quando appena copri monti e pianure, No, eppur sempre fermo, sempre senza mutamento sul vago seno in fiore dell'amor mio, come guanciale, sempre sentirne il su e giù soave d'onda, sempre desto in un dolce eccitamento a udire sempre, sempre il suo respiro attenuato e così viver sempre, o se no, venir meno nella morte" (un poema nella scena finale)
 
 
 
 Trailer 
 
 
 Colonna sonora
 
 
 
 
 
 Clip

 
 
Scheda del film
Titolo: Bright Star
Regista: Jane Campion
Musica: Mark Bradshaw
Durata: circa 115 minuti
Anno: 2009
Genere: biografico
Interpreti: Abbie Cornish (Fanny Brawne) e Ben Whishaw (John Keats)

 
 
Le prime righe del post sono tratte dal film e sono le frasi di una lettera indirizzata dal poeta John Keats a Fanny.
 


9 commenti:

  1. Ho visto il film Innassia.
    Il tuo post è bellissimo.
    https://www.mymovies.it/film/2009/brightstar/
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il personaggio immateriale è la poesia e l'arte del cucito, e sono riusciti a fonderli in armonia con la sceneggiatura e la recitazione. Questo è il valore aggiunto del film. Grazie del link lo guardo con più calma domani. Notte Gus

      Elimina
    2. Il sito che hai indicato è colmo di informazioni. Ottimo suggerimento. Ciao

      Elimina
  2. Un post davvero bello. Grazie Innassia.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa. Ho rivisto il film in questi giorni, e quando l'ho restituito con una mano lo consegnavo e con l'altra lo volevo riprendere ... mannaggia il dvd non è il mio. È un ottimo film poetico. Notte

      Elimina
  3. Risposte
    1. Il film mi è piaciuto talmente tanto da impugnare una penna e scrivere in un Taccuino alcune frasi da memorizzare e qualcuna l’ho trascritta nel post. Grazie Nick. Ciao

      Elimina
  4. Adoro John Keats.
    Bright Star è uno dei miei film preferiti. Mi hai fatto venire tanta voglia di rivederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L’avevo visto distrattamente in prima visione alla tv senza dare troppo peso alla storia e al valore della pellicola; con il dvd, preso in prestito dalla biblioteca, l’ho gustato da cima a fondo con calma, ho colto diversi aspetti nascosti dalla tv e approfondito la storia dei personaggi. Vale la pena rivederlo. Ciao.

      Elimina