Benvenuti nel mio salotto virtuale, un luogo dove posso condividere le mie passioni con chi passa da qui. Si parla di piccole chicche quotidiane, di curiosità lontane e vicine, di storie locali e non solo. Mettetevi comodi e partiamo per un lungo viaggio.

giovedì 29 luglio 2021

Jane Austen ….. Bambola di cotone

Sono andata a scegliermi un'eroina che nessuno tranne me potrebbe amare”. Così disse la scrittrice quando parlò del suo romanzo “Emma”. Ma si sbagliava. Sono passati tantissimi anni dalla pubblicazione dei suoi libri e ancora oggi sono tradotti in tutte le lingue, è ancora oggi molte scrittrici e molti scrittori la scopiazzano e adottano il suo stile per elaborare libri e film. In circolazione ci sono diversi libri nostrani che assomigliano alle sue opere, ci sono degli scarabocchi, e tutto fa pensare che abbiano preso ispirazione dai suoi romanzi, e ultimamente si moltiplicano spinoff, derivati, fumetti, per non parlare dei libri che la trasformano in detective stile Sherlock Holmes

lunedì 19 luglio 2021

Una canzone a più Voci

Una canzone degli anni cinquanta super super cantata da vari artisti, uno più quotato dell’altro; però non ricordavo quanti fossero. Ho avuto la conferma: parecchi. Nella mischia, esiste una versione semisconosciuta, forse è stata presa sottogamba, o forse perché, confrontandola con gli altri artisti, la sua popolarità è ancora acerba; però non è corretto definirla in questo modo visto il suo grande successo internazionale. Ascoltando questa nuova versione sento una Voce delicata, potente, una Voce bellissima come in tutti gli altri suoi pezzi. Il punto debole di questa interpretazione? Non separarsi, e sentirla un’altra volta, e poi un’altra volta… un’altra volta.

mercoledì 14 luglio 2021

La coppa dell’amore

Decimo appuntamento con la saga di Poldark. Il titolo del romanzo si riferisce a una coppa d’argento trafugata assieme a un sostanzioso bottino ai danni di Warleggan. Nel precedente volume tre personaggi organizzano nei minimi dettagli un operazione che cambia la vita, perché svaligiano una carrozza piena di tioli, oro e denaro liquido, invece, nel decimo romanzo “La coppa dell’amore”, le Voci si riferiscono alla spartizione del bottino con i relativi investimenti e la caccia ai ladri; e qui il signor George Warleggan, con tutto il suo fiuto perfido e malvagio, a un passo dall’arresto dei ladruncoli, dovrà vedersela con la legge della natura.

martedì 13 luglio 2021

Un particolare video anni Ottanta

Non so quanti video musicali siano stati censurati, o quale sia il primissimo, ma ce n'è uno molto molto famoso degli anni ’80; fece scalpore per le immagini. Che cosa accadde esattamente? Mentre un ragazzo stava guardando il video, la madre gridò allo scandalo, perché era un videoclip musicale non adatto ai telespettatori del piccolo schermo, soprattutto quando chi lo guarda è un minore di anni 16. Esattamente, paragonò il videoclip a un film pornografico, perché mostrava seni e natiche ai quattro venti, massaggi, lotte e immagini hard gratuiti. Non ricordo esattamente quali furono i particolari della denuncia, in ogni caso, dopo questa lamentela, furono messi in piedi i primi passi della censura.

venerdì 25 giugno 2021

Il neonato che dorme sopra il cavolo

Uno degli amigurumi più gettonati da regalare a una neomamma è sicuramente il neonato che gattona. In rete si trovano diversi modelli, uno più simpatico dell’altro, uno più divertente dell’altro. Visto l’alto gradimento del soggetto, per differenziare l’articolo da regalare, ho giocato sulla frase più ricorrente che si pronuncia a un bambino, il detto “I pupi nascono sotto il cavolo”. Così, oltre al neonato, ho creato anche il cavolo con le foglie. Il neonato non l’ho cucito sotto il cavolo, perché il risultato avrebbe depotenziato la struttura del pupazzo, e sarebbe diventato un obbrobrio agli occhi di chi lo guarda, così l’ho appoggiato sopra il cavolo per mimare un pupo che dorme sopra un cavolo. Infine, per un effetto strettamente scenico e per potenziare un po' di più la vivacità dell’amigurumi, ho appoggiato il neonato che dorme sopra il cavolo nell’orto. Questo è il risultato:

giovedì 24 giugno 2021

Spazio alla musica anni Ottanta

Ogni tanto il famoso algoritmo, quello che spia i nostri gusti, elabora elementi non più in voga, perché casualmente è apparsa una famosissima canzone degli anni Ottanta senza cercarla, e in questi momenti si accendono i ricordi. In rete ho fatto delle ricerche per riaccendere la memoria, e oltre alla data di uscita del pezzo ho letto una serie di particolari di un’incredibile carriera. 

sabato 19 giugno 2021

La regina degli scacchi

Il romanzo uscì in libreria negli anni Ottanta, e dopo il grande successo ottenuto con una serie televisiva, recentemente è stato ristampato. La maggior parte dei capitoli racconta la storia di una bambina prodigio, Beth Harmon, nota per essere un’accumulatrice seriale di premi importanti. Il libro si basa prevalentemente su questioni tecniche di altissimo livello sul gioco degli scacchi, e la storia è raccontata con tratti lenti e momenti di alta tensione di tipo psicologico. E la protagonista, partendo dai gradini più bassi, conquista in breve tempo fama, vittorie e sconfitte.

domenica 13 giugno 2021

I ragazzi Montessori

Raramente leggo romanzi per ragazzi, e per questo motivo non ho mai scritto nulla nel Taccuino, e oggi, per la prima volta, ne segnalo uno perché voglio registrare l'argomento trattato e le ambientazioni. Esattamente si parla della didattica nel periodo estivo in un'insolita scuola. Con la chiusura delle scuole molte famiglie inseriscono i loro figli in corsi, campeggi, strutture di ogni genere; c’è l’imbarazzo della scelta. Nel romanzo di Teresa Porcella i protagonisti non si iscrivono in modo passivo a una scuola privata o pubblica, ma lavorano in prima persona gestendola loro in modo attivo lontano dagli sguardi degli adulti. Nella scuola i ragazzi seguono lo schema pedagogico ideato dalla Dottoressa Maria Montessori, la quale è entrata nella storia per aver rivoluzionato il mondo dell’educazione dei più piccoli.

mercoledì 9 giugno 2021

Maglione Top Down

Ho sfruttato il confinamento forzato come un’opportunità al doppio effetto, il primo per allontanare l’essere vivente invisibile all’occhio umano, e il secondo per dare un senso alle giornate innaturali super piatte. Nei mesi tristi del dolce far nulla, col fegato spappolato per non poter vivere liberamente e con la preoccupazione alla massima potenza, ho sfruttato il tempo libero esercitandomi con l’uncinetto per creare un maglione partendo non dai fianchi (quindi dal basso) ma dal collo. In questi mesi ho visto e stravisto una serie di video solo esclusivamente per imparare a realizzare i maglioni top down. Apparentemente lo schema sembra semplice, fino a quando non metti in pratica la lezione in totale solitudine.

Jackie. Il film

. Mai visto un corteo così partire dall’aeroporto. Il caldo era da Messico o Vienna, il sole era forte sul viso, non potevo mettere gli occhiali. Jack stava salutando, e io ho visto un pezzo della sua testa volare via, sembrava color carne, non bianco. Lui mi è piombato in grembo, pezzi di cervello e sangue in grembo. Io ho urlato “Jack, Jack riesci a sentirmi? Jack ti amo. Jack”. E la sua testa era così bella, la sua bocca era bellissima, i suoi occhi erano aperti. Ho tenuto insieme i pezzi della sua testa per tenere tutto dentro. Aveva una meravigliosa espressione sul volto. Lui prima di rispondere a una domanda un secondo prima aveva la stessa testa smarrita. Era morto