Benvenuti nel mio salotto virtuale, un luogo dove posso condividere le mie passioni con chi passa da qui. Si parla di piccole chicche quotidiane, di curiosità lontane e vicine, di storie locali e non solo. Mettetevi comodi e partiamo per un lungo viaggio.

sabato 8 maggio 2021

I delitti della salina

Uno degli ultimi libri che ho letto è ambientato a Cagliari agli inizi del Novecento, e le Voci sono cariche di rivendicazioni sociali, i borghesi non si mescolano con i popolani, e le differenze di classe sono ben visibili in tutta la città. Una piccola parte della città è rappresentata da benestanti e da inafferrabili potenti perché da generazioni portano un illustre nome, e una grossa fetta della popolazione è costituita da donne e uomini che vivacchiano egregiamente anche se non danarosi, e poi ci sono i lavoratori che non contano nulla e in prima fila ci sono i piciocus de crobi, così si chiamano i bimbi che lavorano come facchini nel mercato.

L’amore bugiardo

Nick e Amy svaniranno, ma del resto non siamo mai esistiti davvero. Nick amava la ragazza che fingevo di essere: la strafica. Gli uomini dicono sempre così, no? Il complimento assoluto è “una strafica”, la strafica è sexy, la strafica è divertente, la strafica non si arrabbia mai col suo uomo, si limita a sorridere rammaricata e amorevole, e poi gli offre la bocca per scopare. Le piace quello che piace a lui, quindi, ovviamente, lui è un patito dei vinili e dei manga sadomaso, ma se lui vuole, lei sarà una sciacquetta che parla di football e mangia ali di pollo al fast food. Quando ho conosciuto Nick Dunne ho capito che voleva una strafica e per lui, lo ammetto, ero disposta a provarci.

venerdì 30 aprile 2021

Siamo i ribelli della montagna

Dalle belle città date al nemico

Fuggimmo un dì su per l’aride montagne

Cercando libertà fra rupe e rupe

Contro la schiavitù del sol tradito

Lasciammo case, scuole ed officine

Mutammo in caserme le vecchie cascine

Armammo le mani di bombe e mitraglia

Temprammo il cuore e i muscoli in battaglia

Flash Gordon. La Colonna Sonora

Flash, ah ah. Savior of the universe

Flash, ah ah. He’ll save every one of us

Seemingly there is no reason for these

Extraordinary intergalactical upsets

What’s happening Flash?

Only Doctor Hans Zarkov formerly at NASA

Flash Gordon. Film del 1980

Ming: Mi sto annoiando maledetto mentre … che giocattolo mi proponi per oggi?

Klytus: Un corpo oscuro nel sistema SK, Vostra maestà. Coloro che vi abitano lo chiamano “Pianeta Terra”

Ming: Sembra molto tranquillo, ha ha ha ha.

Klytus: Davvero molto efficace Vostra Maestà. Distruggerete il Pianeta Terra?

Ming: Sì, ma non subito, mi piace giocare un po’ con le cose prima di annientarli. Ha ha ha ha.

lunedì 26 aprile 2021

Auguri Giorgia

Questo è il prezzo che

Questo mondo impone a noi

Di vivere senza certezza alcuna

In bilico nel blu e disperati amanti che

Non hanno mai trovato amore puro

Piegati alle regole del buon mercato

Mi pento mi dolgo per questo peccato

Ma quando respiro mi accorgo che esisto davvero

sabato 24 aprile 2021

Corpo felice

Una madre parla intensamente col figlio mai nato. In poche pagine, seguiamo delle conversazioni, rivelate in modo familiare e confidenziale, tra una madre e un figlio morto nel grembo materno. Tra i due si sviluppa ogni genere di argomento, si approfondisce ciò che si legge, si discute di tutto estrapolando ogni particolare visto o vissuto, soprattutto si esprimono pareri sulla società moderna e passata. La madre ascolta il figlio e viceversa, ed entrambi mettono a nudo se stessi con tutti i loro segreti e le loro limitazioni. Gli argomenti oggetto delle loro conversazioni sono di diversa natura, in prima fila c’è il rapporto tra un figlio e il proprio genitore, le problematicità della vita, le diversità, e anche i pregi e i difetti, fino a coinvolgere gli altri elementi della famiglia, come i nonni. 

Trio

Nel lontano 1743, in terra siciliana, la peste semina morte e disperazione, e in un attimo la vita cambia costringendo la popolazione a rinchiudersi nelle loro case per evitare il contagio. Chi può, chi possiede una seconda casa, o un punto d’appoggio, o un amico disposto ad accoglierli, scappa dalla città per salvarsi la pelle. Mentre la peste semina morte e disperazione decimando intere città, due amiche confidano i loro drammi a colpi di penna. Agata e Annuzza sono entrambe scappate dalla propria città per salvarsi dall’epidemia di peste, e con una fitta corrispondenza si confidano e aggiornano lo stato dell’avanzamento dell’epidemia. 

Nel bianco

Un viaggio estremo alla scoperta di una terra straniera. Un viaggio per gli appassionati di mondi sconosciuti, senza vegetazione, senza alberi, con 2/3 strade, e colmi di due colori, il bianco e il blue. Il bianco è il colore predominante della maggior parte del territorio; il bianco è il colore delle montagne, delle colline, del terreno, dei paesi. Il colore blue è l’altra sfumatura che si confonde o spicca nel bianco, e questa colorazione appartiene all’acqua, ai fiumi e al mare. Ogni angolo è coperto dalla neve e dal ghiaccio, ogni luogo è una fotografia congelata dall’acqua e si evidenzia l’immobilità, e se diamo uno sguardo al mare muta al passare del vento, il quale trascina e sposta il ghiaccio che galleggia da una sponda all’altra.

giovedì 8 aprile 2021

Asparagi selvatici al cartoccio

Una ricetta super veloce da preparare con pochi ingredienti, e ottenere un piatto gustoso per tutti i palati, capace di librare un odore inconfondibile in un piacevole banchetto, o per premiare chi ama le lunghe passeggiate da dedicare alla raccolta degli asparagi. Questa volta nel Taccuino trascrivo la ricetta degli asparagi selvatici al cartoccio, e come ho accennato, la preparazione è semplicissima e non richiede ore e ore di lavoro ai fornelli, al massimo possiamo impiegare del tempo per raccogliere il nostro ingrediente in campagna, normalmente il sabato e la domenica. La parte più delicata della ricetta riguarda la scelta dell’ingrediente principale, e deve essere possibilmente freschissimo e appena raccolto.