Benvenuti nel mio salotto virtuale, un luogo dove posso condividere le mie passioni con chi passa da qui. Si parla di piccole chicche quotidiane, di curiosità lontane e vicine, di storie locali e non solo. Mettetevi comodi e partiamo per un lungo viaggio.

mercoledì 15 giugno 2016

A cena con…

Fata Confetto, con il suo blog Parole di Contorno, costantemente di ci regala squisite ricette di ogni genere e per ogni occasione, e per distrarci un po’ ha organizzato un gioco gastronomico. Ognuno dei partecipanti al gioco, virtualmente può invitare a cena un personaggio “del presente o del passato, protagonisti della storia o del costume, idoli canori o sportivi, un super eroe, un personaggio di un romanzo o di un cartone”.

Prima di svelare l’ospite, indicherò le regole del gioco:

pubblicare un post dal titolo “a cena con…”;

un immagine del personaggio;

motivare la scelta;

il menu: antipasto, primo, secondo, dessert con i link delle ricette se sono stati pubblicate dai nostri blog o da siti esterni citando la fonte;

foto della ricetta (facoltativo);

lasciare un commento di adesione all’iniziativa nel blog di Fata Confetto.

 

Adesso entriamo nel vivo del gioco gastronomico virtuale.

 

Ho pensato di invitare un personaggio della fantasia tratto dal libro di  Johanna Spyri: l’ospite è Peter, l’amico di Heidi. Ho scelto la “celebrità” dei bambini perché stiamo giocando, e come in tutti i giochi noi adulti diventiamo un po’ bambini.

 

 

 

 

Ricordando la mia infanzia, ammetto che da bambina adoravo il libro e, udite udite, appartengo a quel gruppo di bimbi italiani che videro in prima visione la serie televisiva: stiamo parlando degli anni ‘70.

Peter è un bambino unico, tutti lo conosciamo ed è fattibile architettare una cena tutta per lui: il suo sport preferito è mangiare.

Evitando di inserire nel menu le classiche patatine fritte, le bibite gassate e tutto ciò che può far male al piccolo ospite, ho cercato di immaginare un menu alla sarda coniugando genuinità degli ingredienti con i gusti del mio ospite.

 

Per gli antipasti ho immaginato il classico prosciutto crudo fatto in casa, e poi, visto che uno dei post più ciccati del mio blog è rappresentato dalla ricetta della Purpuza, ho pensato di farlo conoscere anche a Peter.

 

Il primo piatto sarà rappresentato da sos culurzones de casu: conoscendo l’ospite lo conquisterò dal primo istante.

 

Il secondo piatto sarà più consistente.

Si inizierà dall’agnello allo spiedo alla sarda: dovrò cucinarlo non nel forno elettrico ma sul caminetto e, quando sarà quasi pronto, lo farò rosolare con il lardo facendolo colare piano piano direttamente nella carne, in questo modo si formerà una deliziosa crosticina.

Nel menu di una sarda non può mancare la Sevada e Peter è il classico bimbo che apprezza questa pietanza.

Visto che l’ospite d’onore e Peter, l’amico di Heidi, ci sarà anche il formaggio fresco cotto sul fuoco fino a scioglierlo come piace a lui, e lo mangerà non con il classico panino ma con il pane carasau.

 

Dolce

Ai bambini piacciono le torte e per Peter preparerò la classica torta a due colori con il cacao e la vaniglia.

Siamo a giugno e per rinfrescare l’ambiente ci sarà anche la Carapigna.

 

Questo è il menu che ho immaginato per la cena di Peter.

…  buon appetito Peter ...

 

Un grosso saluto all’ideatrice del gioco e a tutti i blogger che partecipano.

 

Per chi volesse partecipare al gioco gastronomico del blog Parole di Contorno di Fata Confetto, potete cliccare il link:

https://filafilastrocca3.blogspot.it/2016/06/a-cena-con.html?showComment=1465480381285

 

mentre questo è il banner per giocare:  

 

 

 

Buon divertimento a tutti i partecipanti.

 

4 commenti:

  1. Che sorpresa, Inassia,
    il tuo giovanissimo ospite impazzirà di gioia e noi tutti avremo l'occasione di conoscere delle autentiche specialità gastronomiche della tua meravigliosa Isola!
    Vi aspetto a cena su parole di contorno appena un paio di ospiti già il lista lasceranno il campo libero.
    Tra un invitato e l'altro metto una ricetta per non allontanarmi troppo dalla caratteristica del blog:Peter avrà la pazienza di aspettare?
    Salutalo da parte mia e ancora mille grazie per la tua partecopazione!
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compilare il menu mi ha divertita e ho meditato se inserire la verdura perché da quello che ho notato non è il cibo prediletto dei piccoli…ma per Peter ho chiuso un occhio e ho cercato di immedesimarmi nel personaggio. Ciao carissima e ai prossimi post

      Elimina
  2. Gnam gnam!!!! Posso venire anche io?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmm...mi sa che la cena è solo per il piccolo Peter :(

      Elimina