Benvenuti nel mio salotto virtuale, un luogo dove posso condividere le mie passioni con chi passa da qui. Si parla di piccole chicche quotidiane, di curiosità lontane e vicine, di storie locali e non solo. Mettetevi comodi e partiamo per un lungo viaggio.

domenica 20 settembre 2015

Da un libro ad all’altro

Titolo: Una rivoluzione ci salverà
Sottotitolo: Perché il capitalismo non è sostenibile
Autrice: Naomi Klein
Editore: Rizzoli
Anno: 2015
Pagine: 733
Prezzo di copertina: € 22,00

 
Dopo aver letto i precedenti bests seller internazionali “No Logo” e “Shock Economy”, dovevo leggere anche l’ultimo lavoro di Naomi Klein.
Infatti l’ho recuperato e divorato in poco tempo.
La Klein, con il libro “Una rivoluzione ci salverà. Perché il capitalismo non è sostenibile”, affronta un argomento attualissimo e caro a tutti noi: i cambiamenti climatici.
La scrittrice avvalora una tesi per risolvere i problemi legati ai cambiamenti climatici e, sostenendo che è insufficiente sviluppare isolatamente la classica “green economy” senza mettere in discussione il capitalismo o la crescita del PIL come priorità assoluta a discapito del pianeta terra, ribadisce che per ottenere risultati positivi immediati è necessario attuare una totale rivoluzione che trasformi radicalmente il nostro stile di vita ormai non più sostenibile.

giovedì 10 settembre 2015

Maglia a punto pizzo all'uncinetto

Nel lavoro a uncinetto, i punti richiesti da una qualsiasi creazione, che può essere una maglia o un top, possono determinare anche uno o due cm di differenza sia in altezza che in larghezza. Per questo motivo i punti impiegati possono prevedere aumenti e/o diminuzioni che varieranno in base all’aspetto del lavoro da realizzare e non ripetibili in un altro capo che ha diverse maglie, e questo particolare, tipico della lavorazione a uncinetto, si può osservare accostando due capi che hanno le stesse misure, realizzate con lo stesso filato ma con maglie diverse, ad esempio uno con il punto basso e un altro con il punto alto doppio: si noterà la differenza in cm.

Il segreto per non sbagliare quando si deve realizzare un capo con l’uncinetto, così mi è stato insegnato, è quello utilizzato dalle sarte: le professioniste del cucito non tagliano la stoffa e non imbastiscono senza un modello in carta. Perciò, al fine di evitare brutte sorprese e dato che dovevo creare il modello in carta, prima di iniziare non ho acquistato subito il cotone, ma ho spolverato le squadre del corso di taglio e cucito.