Benvenuti nel mio salotto virtuale, un luogo dove posso condividere le mie passioni con chi passa da qui. Si parla di piccole chicche quotidiane, di curiosità lontane e vicine, di storie locali e non solo. Mettetevi comodi e partiamo per un lungo viaggio.

domenica 15 marzo 2015

Al Ard Doc Film Festival 2015

Buone notizie. Sta per iniziare la XII edizione di Al Ard Doc Film Festival, il festival internazionale del cinema documentario palestinese e arabo. Come tutti gli anni è stato ideato e organizzato dall’Associazione Amicizia Sardegna Palestina di Cagliari. L’appuntamento è stato fissato per il 18 marzo e proseguirà fino al 21 marzo 2015. Si terrà presso la Cineteca Sarda di Viale Trieste 126 a Cagliari. Rispetto agli altri anni quest’anno c’è una novità: Al Ard allarga i suoi confini cagliaritani e apre una nuova finestra anche a Macomer, presso il Centro Servizi Culturali, con nuovi incontri e nuovi film.
Gli argomenti centrali di tutte le pellicole riguardano le tradizioni, la politica, la storia, la religione, la cultura del mondo arabo e in particolare del mondo palestinese. Verranno proiettati  pellicole girate e prodotte da diversi Paesi, e perciò hanno la particolarità di essere ascoltate in lingua originale con i sottotitoli oppure doppiati in lingua italiana.

domenica 8 marzo 2015

Le Papesse di Claudio Rendina

Nel corso dei secoli, numerose donne appartenenti a diversi gradi della società, gestirono il potere economico e politico a fianco delle più alte cariche ecclesiastiche, in alcuni casi diventarono più potenti, influenti e pericolose degli alti prelati e dei Papi. Lo scrittore Claudio Rendina, con il libro “Le Papesse”, analizza storie reali documentate di diverse donne che, per carattere e potere economico, accumulato nel corso della storia dei Papi, rifacendosi al personaggio della prima donna che riuscì a diventare Papa, presero lo pseudonimo di Papesse. Le figure femminili prese in esame non sono sciocche o sensibili, ma sono donne che conoscono molto bene le parole nepotismo, clientelismo, potere e le usano benissimo manipolando le proprie vittime a proprio piacimento per scopi esclusivamente personali che nulla hanno a che vedere con problemi di tipo spirituale; sono mogli, amanti, cortigiane, prostitute, figlie, sante, suore e confidenti di uomini potenti appartenenti alla Chiesa di Roma. Nel corso di due millenni, le Papesse hanno appoggiato, protetto, sostituito e gestito in prima persona il potere degli uomini, vescovi e Papi, riuscirono direttamente e personalmente, stipulando accordi con uomini politici e influenti, ad amministrare con l’intelligenza, l’inganno, la falsità e l’arroganza ingenti patrimoni, beni materiali e immateriali, denaro, proprietà immobiliari, attività commerciali. Le Papesse vengono considerate il doppio del Papa, sono l’alter ego del Papa proprio per la caratteristica di essere riuscite a dominare uomini potenti della Chiesa Cattolica. Nel libro “Le Papesse” si esaminano diverse figure femminili ma, per l’argomento trattato e per spiegare eventi storici reali, la lettura delle loro storie non è scorrevole, il contenuto è colmo di date, di nomi di persone e di luoghi difficili da memorizzare se non si conosce l’evento narrato.